Trevalli, una vita per il latte

La TreValli Cooperlat da 50 anni produce il più nobile degli alimenti: il latte; questo grazie al lavoro e all’impegno di uomini, migliaia di uomini, che unendo i loro sforzi hanno dato vita ad un patrimonio comune, credendo fermamente nei valori della cooperazione.
Era il 1960 quando, a Macerata, veniva fondata l’azienda Clamj (Centrale Latte Alimentare Macerata Jesi) ad opera del Conte Giovan Battista Lucangeli e del Marchese Giuseppe Trionfi Honorati, che giovanissimi si impegnarono in un’avventura imprenditoriale la quale, seppur agli albori, poneva le basi organizzative e commerciali di quella che sarebbe poi diventata una delle realtà produttive più importanti d’Italia. Nasce così il marchio TreValli da sempre sinonimo di qualità, simbolo di un territorio compreso tra le vallate dell’Esino, del Potenza e del Chienti, da cui infatti il marchio stesso trae ispirazione.
Le Marche quindi, avamposto verso sud della migliore produzione italiana, delineano un confine geografico naturale dove TreValli Cooperlat, che fa della produzione lattiero casearia la sua vocazione, nel corso di pochi anni è diventata il maggior produttore di latte e derivati caseari.
Il processo di crescita, costante negli anni, è stato assicurato dalla capacità di aggregazione e dal motore dei valori cooperativi tanto che oggi, a 50 anni di distanza dalla fondazione del primo stabilimento di Macerata, TreValli Cooperlat risulta essere una delle più importanti realtà italiane con oltre 1000 allevatori associati, una forza lavoro di 845 persone impegnate in 9 stabilimenti produttivi localizzati in tutta Italia, nei quali si lavorano 200 milioni di litri di latte ogni anno.
Tutto questo è stato possibile grazie alla trasformazione della società in cooperativa: TreValli Cooperlat appunto, che dal 1985 sta lavorando per unire le forze dei produttori, aggregando e acquisendo realtà locali, garantendo l’occupazione e soprattutto una giusta remunerazione ai propri soci allevatori.
In questi anni il rispetto della tradizione è stata la leva che ha permesso a TreValli Cooperlat di valorizzare sul mercato produzioni e metodi di lavoro, che sono patrimonio di tutti e che continueranno ad esserlo grazie al nostro impegno e soprattutto alla nostra cooperazione.

Trevalli, una vita per il latte (il libro, pdf)

chiudi
chiudi
chiudi
chiudi