Prodotto

FORMAGGI, Cacio Nocello

Storia e caratteristiche di produzione
Il Cacio Nocello della Valmetauro è un formaggio della tradizione agro - pastorale dell'Appennino marchigiano, di origini antichissime. Risale probabilmente al '500 quando, forse per sottrarre i caci ai "signori", i contadini usavano nasconderli in bigonce e mastelli di legno, anfore di terracotta o semplicemente negli angoli più riservati delle cantine ricoperti da strati di foglie.
Successivamente è divenuta tradizione far stagionare i formaggi ben maturi fra strati di foglie di noce appena raccolte: grazie ai processi fermentativi ed enzimatici così riattivati si ottiene un formaggio dal profumo e dal sapore ineguagliabile.
Dopo un primo periodo di stagionatura di tre mesi, il Cacio Nocello viene, appunto, avvolto in strati di foglie di noce per una seconda stagionatura che si protrae per circa 60 giorni, durante i quali gusto ed aroma si affinano per far rivivere in modo naturale un formaggio d'altri tempi.
Nel 1999 è stato riconosciuto dalla Regione Marche tra i formaggi tipici e tradizionali.

Caratteristiche del formaggio
Formaggio ottenuto dalla lavorazione di una miscela di latte ovino e vaccino interi pastorizzati, prodotto nel periodo compreso tra luglio e dicembre.

  • Aspetto esterno delle forme: a scalzo arrotondato, leggermente difformi a seguito della stagionatura fra le foglie di noce
  • Dimensioni: il diametro varia da 14 a 16 cm, l'altezza dello scalzo da 5 a 7 cm
  • Peso: variabile da 1 a 1,1 Kg
  • Crosta: sottile, ripulita dalle foglie di noce e dalle muffe si presenta di colorazione avorio scuro con maculature brunastre
  • Colore della pasta: bianco tendente all'ocra
  • Struttura della pasta: tendente al compatto, molto friabile
  • Tempo minimo di stagionatura: 3 mesi e poi altri 60 giorni avvolto nelle foglie di noce
  • Sapore: pieno, con forte caratterizzazione aromatica e profumo di noci appena mature.

Modalità d'uso / informazioni al consumatore
Per assaporarne il gusto antico ed il sapore autentico va servito a temperatura ambiente, dopo averlo ripulito dalla crosta di foglie di noce.
Va conservato ad una temperatura compresa tra i 4 e gli 8 gradi centigradi.

Abbinamenti gastronomici
Il Cacio Nocello della Valmetauro è un formaggio molto profumato, friabile e dal sapore ineguagliabile.
Ideale come insaporimento per tanti piatti o da godere a tavola con il pane montanaro.
Ottimo se abbinato a confetture e miele di acacia.
Molto apprezzato dai buongustai è l'abbinamento di questo formaggio con il lardo di Colonnata.
Si accompagna a vini con gusto morbido, abbastanza fresco e consistente, come il Verdicchio dei Castelli di Jesi D.O.C., oppure dei vini rossi di buona struttura, abbastanza freschi di acidità, caldi di alcool, giustamente tannici e morbidi, come il Rosato del Salento I.G.T., la Rosa di Montacuto I.G.T.., il Barbera D.O.C., il Rosso di Montalcino D.O.C.


VALORI NUTRIZIONALI

Prodotto Valore Energetico Proteine Carboidrati Grassi Calcio*
Cacio Nocello s.v. conf. 448 kcal / 1857 kJ 25,6 g 0,9 g 38,0 g  650 mg


Valori Nutrizionali per 100 g di prodotto


CONSERVAZIONE 

Temperatura Termine Minimo
+ 4/8° C. 90 gioni 


TIPO DI CONFEZIONE

Taglio Prodotto
1/1,1 Kg